Fare l'eutanasia al mio migliore amico...

 

Scegliere il momento in cui fare l'eutanasia ad un animale non è mai facile e forse la maggior parte delle volte si agisce troppo presto o troppo tardi.

L'eutanasia serve a garantire una morte dignitosa e la fine delle sofferenze in animali terminali, quindi è uno strumento prezioso, di cui non bisogna abusare.

Prima di arrivare all'eutanasia, si può decidere con il veterinario di tentare cure palliative, che facciano stare bene l'animale per il poco tempo che gli rimane e rimandare l'eutanasia a quando queste cure non faranno più effetto. Il nostro veterinario di fiducia ci può dare utili consigli su  come far stare meglio l'animale e qual è il momento più adatto per eseguire l'eutanasia.

L'eutanasia deve essere sempre eseguita in anestesia generale e con farmaci registrati per lo scopo, onde impedire la sofferenza dell'animale.

Il veterinario può rifiutarsi di eseguire eutanasie in animali sani o curabili: egli è un medico e si prefigge lo scopo di curare gli animali, non di ucciderli per capricci umani.

Una volta eseguita l'eutanasia, l'animale va smaltito in maniera adeguata. Ci sono ditte che lo fanno a pagamento, mediante incenerimento, ma alcuni Comuni permettono di seppellirli nel proprio giardino su richiesta.