Quali vaccini si fanno al gatto?

 

  • A 90 giorni: inizia il ciclo di vaccinazioni (il gattino deve essere già stato svezzato). Si fanno due vaccini, a distanza di 21-28 gg l'uno dall'altro. Le malattie per cui il gatto viene vaccinato sono: panleucopenia infettiva, calicivirosi e rinotracheite infettiva. Il primo vaccino è da considerarsi scaduto dopo un mese, se non viene richiamato, mentre, facendo il richiamo, ha durata di circa un anno.

 

  • Gatto adulto: ogni anno viene richiamato il primo vaccino per garantire al gatto l'immunità contro i 3 virus mortali per i quali è stato vaccinato da piccolo. Le vaccinazioni annuali vanno ripetute per almeno 6-10 anni, a seconda dello stile di vita del gatto (indoor o outdoor).

 

 

 

Vaccini opzionali:

 

  • Vaccino per FeLV: fortemente consigliato per gatti che escono di casa e che hanno contatti con gatti infetti, in associazione al normale vaccino trivalente.


  • Vaccino per clamidiosi: come FeLV, è indicata per gatti che conducono vita esterna o gatti di colonia.

 

  • Rabbia: obbligatoria solo per gatti che viaggiano fuori dall'Italia.

 

  • Gattini appena nati: è sempre sconsigliato vaccinare i gattini, finchè allattano dalla madre.

 

 

 

Purtroppo non esistono vaccini per due malattie mortali del gatto: la FAIDS e la FIP. Per proteggere il gatto da queste malattie, l'unico modo è fare controlli regolari sul sangue e impedire al gatto di venire a contatto con gatti infetti (vedi anche la scheda sulla sterilizzazione).